martedì 9 maggio 2017

Un modo differente di festeggiare


Foto: Carolina Grabowska / Kaboompics.com

Quest'anno ho deciso, dopo un'attenta riflessione, di non organizzare per mio figlio una grande festa di compleanno affittando una sala apposita come negli anni passati (qui trovate la festa per i suoi 6 anni).

Allora ho pensato a come avrei potuto sostituire quelle feste con qualcosa che non gliele facesse rimpiangere e soprattutto non lo deludesse con il paragone. Dovevo pensare a qualcosa di molto diverso. Alla fine ho deciso di fargli tante piccole feste a ridosso del giorno del suo compleanno (che è stato il 5 febbraio),
spalmate nell'arco di una settimana. 


I motivi sono stati diversi:

1. In particolare il fatto che quest'anno Riccardo ha iniziato la primaria in un quartiere nuovo e con amici nuovi, perciò ancora non conoscevamo bene i genitori dei compagni di classe. 

2.  Avrei dovuto invitare più persone e bambini che non si conoscevano tra loro se non a gruppi di 2 o 3, con il rischio che se uno non poteva venire, sarebbero mancati anche quelli che lo conoscevano.

3. L' appartamento nel quale viviamo è piccolo e non potevamo invitare più di due o tre bimbi alla volta con i genitori.


Come mi sono organizzata:

1.  Gli inviti sono stati fatti agli inizi di gennaio e confermati subito: visto che si è trattato per lo più di semplici cene o merende, nel caso di qualche malanno di stagione (come poi è accaduto) è stato facile rimandare tutto di qualche giorno.

2. Ho pianificato ogni singola festa in anticipo. 

3. Le feste:
  • 2 pomeriggi a casa con merende a sorpresa: una merenda a tema Lego Ninjago con due amichetti storici del nido e una merenda a tema Pianeti del Sistema Solare con due amichetti della materna
  • Il giorno del suo compleanno (che è stato di domenica) siamo andati a festeggiare con i parenti  che vivono a Ravenna, cosa che non abbiamo mai fatto in passato visto che organizzavo sempre la festa a Ferrara e di solito erano loro a spostarsi. E lì il tema scelto, soprattutto per la torta, è stato Lego Star Wars;
  • Il giorno dopo abbiamo portato la torta a scuola per festeggiare con tutta la classe;
  • Infine, il sabato successivo abbiamo fatto una cena con gli zii ed i cuginetti di Ferrara. 

5 giorni di piccole feste (con 5 torte diverse!). 
E devo dire che è stato proprio un successo!


Quali sono stati i vantaggi?

1.  Visto che qualche giorno prima avevo scoperto di essere incinta e non mi ero sentita subito bene, il fatto di avere pianificato tutto in anticipo e di essermi ritrovata a dover gestire poche persone per volta mi è stato di grandissimo aiuto.

2. Suddividere i festeggiamenti in più giornate mi ha permesso di prestare maggiore attenzione alla cura dei dettagli e di gestire senza problemi gli imprevisti.

3. Le torte le ho fatte io oppure le ho prenotate in anticipo, scegliendo temi che sapevo lui amava.

4. Sono riuscita a tenere tutto nascosto: a parte la torta a scuola per il giorno del suo compleanno che sapeva di dover portare, le altre feste sono state una vera sorpresa per lui, anche grazie alla complicità di amici e parenti!


Che ne dite? Voi avete mai organizzato qualcosa di simile?

Nessun commento:

Posta un commento